Presentazioni

Sono un'italo-rwandese nata in Abruzzo e cresciuta a Bergamo, roccaforte leghista per eccellenza. Non è stato facile all'inizio, ma sono sopravvissuta:) Italiana mi sento al 100%. Sono nata qui e cresciuta a pane, caffè e Pippo Baudo, quindi… Anche se devo sempre spiegarlo alla gente, che si stupisce per il mio italiano perfetto*-*

 

 

Amo la mia pelle, i miei capelli afro al vento, le mie radici africane. E la terra in cui sono nata e cresciuta. Italia amica, Italia nemica. Nel cuore, sempre. Da piccola ho fatto i conti con il razzismo dei bimbi cattivi. Crescendo, mi sono scossa gli insulti di dosso e ne ho fatto il mio punto di forza. Ho imparato ad amare la pelle che tanto mi umiliava, a coltivare la chioma che tanto detestavo... e ad amarmi per quella che sono. È la diversità che mi rende unica, che rende unici me e voi. 

 

 

E ora ritorniamo al mio identikit. Ho studiato lingue e viaggio come una pazza. Sono una documentarista e scrittrice, lavoro soprattutto con musicisti africani e statunitensi.

Se non l'aveste ancora letto, vi invito a leggere il mio ultimo libro: Razzismo all'italiana -cronache di una spia mezzosangue;)

Al mattino non posso fare a meno di una tazza di caffè americano (strano per un’italiana, vero?) accompagnato da due datteri (me ne sono innamorata dal mio viaggio in Mali); il mio breakfast è internazionale: friggo due albumi d'uovo (all'americana) e li accompagno alla kesra calda preparatami dalla mia dolce metà (la kesra è un pane marocchino che preferisco alla brioche italiana).

Sono pescetariana (mangio tutto tranne la carne) e j’adore le sushi. Il cibo di solito lo taglio a pezzetti e lo mando giù con le bacchette cinesi (è una mania che mi è venuta da piccola, guardando i cartoni giapponesi).

Da brava stregaccia quale sono, mi destreggio modestamente bene tra oli essenziali e prodotti naturali: ne ricavo maschere per capelli o creme per la pelle completamente fatte in casa.

Ah, mi piace cucinare: fin da piccola ho tenuto un quaderno su cui ho consumato tremila biro, scrivendo ricette afro-belghe (il paese di mia mamma è un’ex colonia belga).

E amo il cinema: non avendo la tv, mi scarico un sacco di film da iTunes e li guardo prima di andare a dormire. 

 

 

Ho deciso di iniziare questo sito per conoscere i tanti afroitaliani come me che abitano in Italia o all’estero, che sono cresciuti tra due culture diverse, che sono alla ricerca della propria identità o l’hanno già trovata, che hanno voglia di aprirsi e parlare di sé, o semplicemente di leggere di chi è come loro, come noi. 

Un benvenuto anche a tutti coloro che degli afroitaliani sono amici, che lottano contro il razzismo, che promuovono la multiculturalità e hanno vedute ampie abbastanza da contenere tutto il mondo in tutte le sue sfumature, bianche, nere, gialle, arcobaleno...

PS: Le due bimbe nella foto siamo mia sorella e io:D

 

4 comments

  • Moulaye
    Moulaye
    Ciao Marilena un piacere di conoserti daro ho visto la tua Sitoweb mi piace molto voglio fare un parti Della Guruppo mi piace la faragi che dice qua Un benvenuto anche a tutti coloro che degli afroitaliani sono amici, che lottano contro il razzismo, che promuovono la multiculturalità e hanno vedute ampie abbastanza da contenere tutto il mondo

    Ciao Marilena un piacere di conoserti daro ho visto la tua Sitoweb mi piace molto voglio fare un parti Della Guruppo mi piace la faragi che dice qua

    Un benvenuto anche a tutti coloro che degli afroitaliani sono amici, che lottano contro il razzismo, che promuovono la multiculturalità e hanno vedute ampie abbastanza da contenere tutto il mondo

  • Marilena
    Marilena
    Grazie Moulaye, perché non mi scrivi privatamente? afroitalian4ever@gmail.com

    Grazie Moulaye, perché non mi scrivi privatamente? afroitalian4ever@gmail.com

  • Michelle
    Michelle
    Bellissima iniziativa

    Bellissima iniziativa

  • cyrille B.
    cyrille B.
    come il vero riconosce il vero,l'anima parla all'anima...molto colpito dal tuo identikit... spero troverai te stesso e manterai come provi già a farlo il tuo essere in uno stato di equilibrio duraturo in questo mondo che si vuole più virtuale e sfugente.

    come il vero riconosce il vero,l'anima parla all'anima...molto colpito dal tuo identikit...
    spero troverai te stesso e manterai come provi già a farlo il tuo essere in uno stato di equilibrio duraturo in questo mondo che si vuole più virtuale e sfugente.

Add comment