Ripartiamo dal riccio

Tornando a noi. Afroitaliane. Come state? Nel senso: come stanno i vostri capelli? Sono secchi come la paglia (come mi ripeteva mia mamma)? Oppure nutriti, coccolati? Disarricciati o al naturale? Stirati o riccioli? Colorati o nature?

I miei in questo momento sono ricci e morbidi, con il ciuffo centrale raccolto all’in sù da un bel mollettone. Beh, magari non sono in mise da serata gala, ma mentre scrivo sto nutrendo i miei 800.000 ricci con un bel balsamo ristrutturante e un mix di oli essenziali per favorirne la crescita. Eh, già. “Ma dove lo trovi te il tempo per far ste cose?” vi chiederete. Il bello di prenderci cura dei nostri capelli è che, una volta che si è imparato come amarli e curarli, il tempo lo si trova eccome. Io all’inizio, e cioè la prima volta che ho letto di trattamenti per capelli afro, ero non solo scettica ma anche ignorante. Ignoravo che il mio tipo di capello dovesse essere curato diversamente dal capello della mia amica italiana. Parrucchiera tra l’altro. E coi capelli lisci e biondi. Perché i miei capelli sono tanto diversi? Perché vengono da un mix fantastico: i capelli lisci lisci di mio padre e quelli ricci ricci di mia madre. Easy!

In questa sezione parleremo di come prendersi cura con amore dei nostri capelli afro, proponendo anche ricette naturali fai da te e acconciature da favola per tutti i gusti. Siete tutti invitati a condividere le vostre scoperte e i vostri esperimenti. Pronti? Via!

 

Leave a comment

Add comment