3000 casi di colera tra i rifugiati del Burundi

Lo scorso mercoledì il responsabile sanitario in Tanzania ha annunciato che almeno 33 persone erano morte. Causa: acqua contaminata nella zona di Kigoma, sul lago Tanganika, e nei villaggi di Kagunga e Nyarugusu.

"Quest'epidemia sta prendendo proporzioni gigantesche. Finora sono stati riportati 3000 casi, con un ritmo di 300/400 nuovi casi al giorno, soprattutto nella zona di Kagunga e limitrofi," riporta Adrian Edwards, portavoce delle Nazioni Unite per i rifugiati.

 

Leave a comment

Add comment