Benvenuti a bordo Afroitaliani-su sta nave non s'affonda

 

Razzismo all'italiana

Scopri delle avventure di un'afroitaliana nella mitica Val Padana sul mio nuovo libro.

La prefazione è firmata Cécile Kyenge!

Acquistalo qui.

Vuoi adottarlo nella tua città? Puoi farlo qui!

How music dies


Esplora voci e culture dal mondo attraverso il testo più hot sulla world music, firmato dal produttore Grammy, Ian Brennan. E sogna attraverso le foto della sottoscritta per catapultarti in villaggi sconosciuti, deserti sconfinati e isole proibite. In inglese, per puri cultori musicali;D

Acquistabile qui!

Social

Salvate Marie-Claire, dal Rwanda!

 

 

 

 

SALVATE MARIE-CLAIRE!

 

La bambina con l'occhio gonfio è Marie-Claire. Viene dal Rwanda, paese di mia madre, e soffre di un tumore terminale a occhio e cervello.

Aiutateci a salvarla, ha solo 11 anni ed è orfana di madre.

Cliccate qui per donare.

Per saperne di più, cliccate qui

 

SUPPORT AFRICAN MUSIC

 

 

 

Piovono statue con ricci afro!

 Foto: Algerina Perna/Baltimore Sun

 

Avete mai sentito parlare di statue con elaborate chiome afro? Allora avrete sentito parlare di lei, Murjoni Merriweather.

 

Titolo: The process. In collaborazione con l'artista Mark Dion.

Sicuramente molti di voi sono cresciuti, come me, con statue e statuette africane di vario tipo. 

Murjoni, 19 anni e corso di studi in ceramica all’Istituto d’Arte del Maryland, ne ha fatto la sua ossessione.

 

 

“Sono cresciuta in una comunità a maggioranza nera, quindi mi ispiro all’ambiente culturale da cui provengo”.

 

 

Nata in una periferia di Washington D.C., a Temple Huills, Murjoni si è appassionata alla ceramica a 13 anni.  

 

 

I capelli sono una componente vitale delle sue opere: “Per me i capelli sono tutto. Mia mamma si prendeva cura dei miei ogni settimana. Mi faceva treccine, polpettine…”

 

 

Sono amici, vicini, passanti i protagonisti a cui si rifà quando modella una statua. E i colori variano, così come le tonalità della pelle nera.

 

 

Le donne sono curvilinee, gli uomini più angolari. Per riprodurre l’effetto capello afro sulle sue teste, Murjoni modella l’argilla su una superficie con setole.

 

Pettine per capelli realizzato con cartone

La sua attenzione per i capelli afro si trasla anche in altri campi: vasi, portagioielli, opere d’arte esterne, disegni…

“Penso che crescere con i propri capelli al naturale sia un punto di forza… perché accetti te stessa per ciò che sei e l’ambiente da cui provieni”.

 

 

E voi che ne pensate? Avete statue africane a casa?

 

Potrebbero anche interessarti:

IL PRIMO CURATORE AFRICANO A VENEZIA: LA BIENNALE SI TINGE DI NERO

 

BAMBOLE NERE, ASIATICHE E ISPANICHE: ALLA FACCIA TUA, CARA BARBYE

 

 

 

Comments

December 12, 2015 @03:57 pm by — Maya
 

che figata il pettine sul cespuglio, cioè, che donna!

December 12, 2015 @12:22 pm by — Robey90
 

Un giovane e promettente talento. Mi piacerebbe acquistarne qualcuna di queste belle statue, specie quelle della prima foto. comunque concordo con monique, il pettine sul cespuglio è il massimo!

December 12, 2015 @09:35 am by — Maria
 

A casa tengo diverse statue dal paese di mia mamma, il Burundi. Mi piacciono soprattutto le coppie, sono sparse un po' in tutto il salotto...

December 12, 2015 @09:22 am by — Monique
 

Bellissima la scultura del pettine sul cespuglio, la mia preferita..

Leave a comment:

  •