Benvenuti a bordo Afroitaliani-su sta nave non s'affonda

 

Razzismo all'italiana

Scopri delle avventure di un'afroitaliana nella mitica Val Padana sul mio nuovo libro.

La prefazione è firmata Cécile Kyenge!

Acquistalo qui.

Vuoi adottarlo nella tua città? Puoi farlo qui!

How music dies


Esplora voci e culture dal mondo attraverso il testo più hot sulla world music, firmato dal produttore Grammy, Ian Brennan. E sogna attraverso le foto della sottoscritta per catapultarti in villaggi sconosciuti, deserti sconfinati e isole proibite. In inglese, per puri cultori musicali;D

Acquistabile qui!

Social

Salvate Marie-Claire, dal Rwanda!

 

 

 

 

SALVATE MARIE-CLAIRE!

 

La bambina con l'occhio gonfio è Marie-Claire. Viene dal Rwanda, paese di mia madre, e soffre di un tumore terminale a occhio e cervello.

Aiutateci a salvarla, ha solo 11 anni ed è orfana di madre.

Cliccate qui per donare.

Per saperne di più, cliccate qui

 

SUPPORT AFRICAN MUSIC

 

 

 

Manifesto di Afroitalian al cubo

 

Tre anni. Il primo anno è stato quello di rodaggio. Costruire per la prima volta una salda rete di amicizie africane, italiane e afroitaliane. Per me, assente da Facebook da sei anni, l’impresa fu non poco ardua. Anno due: conoscerle personalmente quelle amicizie. Il mio libro, “Razzismo all’italiana”, ha fatto da catalizzatore in tutta Italia. Terzo anno: nasce la mia bimba, Cuore, e insieme a lei la pagina “Mammamia!” Ma non solo…

 

 

Mentre Cuore sonnecchia tra le mie braccia, le mie mani mobili digitano parole snodandosi tra i suoi boccolini, le manine e il bel pancino. Ma ora lasciamo spazio a:

IL MANIFESTO DI AFROITALIAN

Questo terzo Manifesto vuole essere più formale e diretto, perché è ora di parlare chiaro agli xenofobi che votano Lega o sono membri di Casa Pound.

Partiamo dunque dai mitici 10. 10 come i comandamenti di chi lotta contro il razzismo e celebra gli immigrati invece di discriminarli.

 

Puoi acquistare il mio libro e leggerne le recensioni qui o su Amazon;D

1-Il razzismo è un atto contro la dignità di un essere umano e va condannato.

2-Razzista è colui che discrimina una persona in base al colore della pelle. Il che fa di lui non solo un cafone, ma un ignorante bell’ e buono.

3-Chi assiste a un atto di razzismo e non fa nulla per ostacolarlo è a sua volta razzista (oltre che caga-sotto).

4-Chi vota Lega Nord è razzista, e se anche manda aiuti in Africa o ha adottato un bambino a distanza, non vuol dire che sia una persona migliore. 

5-I fautori della multi-cultura sono tali non solo a parole, ma anche a fatti: scelgono un amico straniero, amano una persona straniera, lavorano con una persona straniera. 

6-Le persone decenti vanno a votare per cambiare la politica del proprio Paese. E non si lamentano che è tutto inutile, mentre scorrono i cartoni animati davanti al televisore.

 

Eccomi a Torino alla Biblioteca Nazionale, in occasione della settimana contro il razzismo.

7-Genitori e insegnanti hanno ruoli chiave nella lotta contro il razzismo. Perché al di là di chi governa il nostro Paese, destra o sinistra, le nuove generazioni dipendono da loro. Facciamo leggere ai nostri ragazzi libri che promuovano le altre culture e osannino la diversità. Letteratura, cinema, musica, arte sono tutti veicoli con cui attuare una formazione costruttiva dei nuovi italiani.

8-Schiodiamoci dalla poltrona e viaggiamo. Ma non verso le solite spiagge piene di turisti. Avventuriamoci dove nessuno vuole andare. In Africa, perché no? Ma non per safari o nell’hotel di lusso. Andiamo nei villaggi, con la gente vera. Andiamo a un festival, ovunque vogliate, a esplorare la musica del luogo. O campeggiamo nel deserto con una guida, e spendiamo la notte sotto le stelle. Viaggiare vuol dire aprire gli orizzonti della nostra mente.

9-Assaggiamo piatti diversi dalla solita pasta. E osiamo compiere un viaggio anche solo del palato, varcando la soglia di ristoranti afgani, tibetani, libanesi, birmani… E’ un modo per testare non solo il nostro gusto, ma anche la nostra intelligenza.

10-Dulcis in fundo: gli immigrati sono una risorsa. Chi non lo è sono i nullafacenti oziosi impomatati che non hanno impiego perché non si “abbassano” a fare lavori più umili e hanno il culo parato da mamma e papà. A costoro consiglio di cambiare aria. Lasciamo l’Italia a chi ha voglia di lavorare, please.

 

E con questo passo e chiudo e vi invio una pioggia di bollicine, biscotti alle arachidi e chicchi di granoturco. Alla nostra!

 

Per voi un bel biscotto firmato Italia e Rwanda. Ecco qui la ricetta;D

Potrebbero anche interessarti:

SCONGELAMENTO RAZZISTO

 

A SCUOLA CONTA L'EMPATIA, NON I RISULTATI. NO AL RAZZISMO.

 

RAZZISMO ALL'ITALIANA SU RAI 1

 

 

 

Comments

May 14, 2018 @06:15 am by — Marilena
 

Ciao Raffaella, lo trovi su Amazon.it o sul sito di Aracneeditrice.it. Se vai alla homepage di Afroitalian trovi i link diretti, in alto a sinistra. Un abbraccio!

May 12, 2018 @08:44 am by — Raffaella
 

Dove si trova il tuo libro?

May 04, 2018 @06:00 am by — Giulia Brescianini
 

Auguri e in bocca al lupo a te e a Afroitalian. Grazie cara, fai un bellissimo lavoro.

May 04, 2018 @05:09 am by — Nola
 

Bellissima Mari! Tanti auguri

May 04, 2018 @03:31 am by — Marilena
 

Grazie Maris❤️❤️❤️

May 04, 2018 @02:46 am by — Maris Davis Joseph
 

Condivido in pieno.

Leave a comment:

  •